Fibrolisi: Recensione corso Fibrolisi e Fascial Full® Roma

da | Ott 28, 2016 | 0 commenti

Di seguito riportiamo la recensione del corso Fascial Full® e Fibrolisi che si è tenuto a Roma.

Fibrolisi

Ho avuto il piacere di frequentare il corso di Fibrolisi organizzato dal Dr. Luigi Pianese, Fisioterapista specializzato in Terapia Manuale e IASTM in collaborazione con il Dr. Giancarlo Russo, Fisioterapista specializzato in Terapia Manuale e Fibrolisi, tenutosi presso il Centro di Fisioterapia 3C+A di Roma. Il corso ha come oggetto l’utilizzo del Fascial Full, uno IASTM Professionale già molto utilizzato e apprezzato dagli addetti ai lavori (qui trovi alcune recensioni) integrato con le tecniche di Fibrolisi.

 

Fibrolisi: cos’è

E’ una tecnica di terapia manuale che si avvale di strumenti per la terapia manuale a forma di uncino, detti Ganci. E’ stata messa a punto dal Fisioterapista Svedese Kurt Ekman dopo aver collaborato per anni con il famoso James Cyriax e aver appreso proprio da lui i concetti del Massaggio Trasverso Profondo che ha poi “esteso” e reso più incisivo (per i tessuti più profondi) con l’uso proprio di Ganci per essere più efficace nel trattamento delle cicatrici muscolari e non solo e, molto probabilmente, per avere meno ripercussioni alle sue mani. Concetto molto importante soprattutto per i Terapisti Manuali di cui ti parlo in questo articolo.

 

Fibrolisi: alcune indicazioni

Aderenze post-traumatiche o post-chirurgiche (tipo cicatrici muscolari), Nevralgie meccaniche: tipo sciatalgie, Sindromi miofasciali.

 

Fibrolisi: principali controindicazioni

Esperienza dell’operatore

Qualità dei tessuti (cute), Disestesie o paraestesie, Turbe neurologiche o circolatorie, Pazienti anziani o defedati.

 

Il Corso

Fibrolisi e Fascial Full Teoria Corso

Il corso ha avuto un indirizzo molto pratico, ma come sempre, è importante conoscere dei concetti teorici, per poter applicare con correttezza gli strumenti per la fibrolisi e la terapia fasciale.

Un excursus storico, sulle tecniche antiche che sono state rielaborate negli anni per arrivare ai giorni nostri con strumenti che aiutano a preservare le nostre mani e sopratutto essere più precisi sul tessuto che si vuole andare a trattare.

Conoscere il tessuto e l’anatomia dei segmenti lesionati risulta utile e fondamentale per scegliere dove e perché agire su uno o più muscoli, per cui il consiglio dei docenti è quello di utilizzare tali tecniche solo se si è certi dell’anatomia dell’area, in quanto una fibrolisi su una struttura nervosa ad esempio può provocare un danno non riparabile. Gli insegnanti si adoperano molto nel tentativo di sensibilizzare il terapista nel giusto approccio, per evitare danni consequenziali al trattamento, avendo ben cura di conoscere tutte le eventuali controindicazioni al trattamento stesso di Fibrolisi, c’è da dire che non è un trattamento per tutti in effetti.

 

Trattamento

Il Dott. Russo mostra le basi della tecnica

Il trattamento proposto prevede un approccio moderno, che parte da una diagnosi tissutale manuale, trattamento, ri-test, e di nuovo trattamento, per avere sempre sotto controllo il gesto terapeutico, e valutarne l’efficacia, in quanto il cambiamento è davvero immediato.

La parte pratica inizia con una interessante dimostrazione di molti strumenti storici, di fibrolisi, mettendo in evidenza i punti a favore e quelli in cui sono carenti. Come è chiaro, nessuno strumento può considerarsi universale, ma di certo l’esperienza ottenuta grazie ad alcuni, sarà quella che guiderà la scelta del terapista. Il trattamento proposto dal collega Giancarlo Russo, rappresenta un concetto di fibrolisi molto diretto, che si distacca dal concetto di fibrolisi classico, per intensità e metodo. Tale approccio proviene dalle innumerevoli esperienza lavorative del docente abituato a trattare sportivi, in tutta Europa, con lesioni importanti e tessuti fibrotici che necessitano proprio di un trattamento molto “strong”. Nella pratica comune, sul paziente non sportivo, l’approccio più “soft” può anche bastare, ma è giusto conoscere tecniche di vario genere per avere più “Frecce al proprio arco”.

 

Il Fascial Full in supporto alla Fibrolisi

Fascial Full e Fibrolisi IASTM

Il Dott. Luigi Pianese mostra le tecniche IASTM sulla fascia plantare con Fascial Full®

La dimostrazione del collega Dr. Luigi Pianese concentra il suo focus sulla facilità di uso del Fascial Full, che permette di ottenere il risultato preservando l’uso delle mani (qui trovi le recensioni dei professionisti che lo usano e apprezzano).

Lo strumento proposto da Luigi Pianese, ha tre puntali differenti e l’Ergonomia è davvero ottima, oltre al fatto che avendolo tra le mani si avverte un senso di grande solidità. Le superfici sono davvero molto lisce, e proprio per tale caratteristica può non essere necessario l’uso di creme, cosa che non avviene con gli altri strumenti IASTM.

Giancarlo Russo, si adopera invece per la dimostrazione di uso dei ganci per fibrolisi, ponendo l’attenzione sulle impugnature, sulle linee di forza da applicare sullo strumento per ottenere l’effetto terapeutico in base all’obiettivo che ci siamo proposti in fase iniziale. Entrambi gli insegnanti fanno degli esempi pratici su patologie a carico della spalla e sopratutto nel trattamento della Fascite plantare, o della Tallonite, croce e delizia di tanti fisioterapisti.

Qui di seguito un video del trattamento di fibrolisi

In conclusione, il corso mi è sembrato molto interessante, sono stati affrontati tanti argomenti, e sopratutto la disponibilità degli insegnati ha reso la giornata formativa molto proficua. Nella giornata sono stati dibattuti vari temi anche non strettamente legati alla fibrolisi, che ci hanno interessato e appassionato.

Qui puoi trovare anche un Video Corso molto pratico sull’utilizzo di uno IASTM Professionale per il trattamento della Fascia e dei tessuti molli in Terapia Manuale. Spero ti sia utile.

 

Lascia di seguito i tuoi commenti se l’articolo ti è stato utile.

Fascia e IASTM 3.0

Video Corso AVANZATO IASTM 3.0

Vuoi imparare come trattare al meglio la Fascia e i tessuti molli e diventare anche tu un Esperto nell’uso di uno IASTM Professionale in Terapia Manuale?

Guarda ora i Video Gratuiti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest